Marketing: azienda XY, ma chi sei? Perché devo comperare da te prodotti o servizi?

Azienda ma chi sei? Perchè mi devo fidare di te?

Seth Godin: “Il marketing fatto interrompendo le persone, non è così efficace rispetto ai costi sostenuti. Non sarete efficaci distribuendo tonnellate di messaggi di marketing non richiesti, sperando che qualcuno acquisti. Al contrario, il futuro appartiene a quegli uomini di marketing che pongono le basi per un processo in cui le persone interessate possono comprendere quando convenga a loro ciò che proponete. Quando le persone inizieranno a parlare di voi senza essere stimolate”

Il bello è che queste tonnellate di messaggi non richiesti ( interruption marketing ) li trovi anche nel digitale: you tube, google, siti di quotidiani, app ed etc, sono stracolmi di messaggi pubblicitari che interrompono una tua richiesta ben specifica nel web. INSOPPORTABILI.

A questo aggiungi che oggi c’è la possibilità di una modalità diversa per essere notati.

Seth Godin insegna che oggi vendi se hanno compreso chi sei, quanto sei diverso, quanto sei attento alla sostenibilità, quanto sei innovativo: insomma trova un perchè esisti che porti nuovi vantaggi al tuo potenziale cliente. Tanti propongono prodotti o servizi ma pochi parlano della propria visione.

Un esempio di come ha fatti Seth Godin con il suo libro“Unleashing the Idea Virus”( trad. Sprigionare un’idea virale)

Il libro “Unleashing the Idea Virus” fu regalato da Seth Godin sul suo Blog nel 2001. è Ha ottenuto 4.000.000 download. E’ stato un successo editoriale eclatante tanto che altri scrittori lo criticarono dicendo: “va bene, ma come fa a vivere facendo questo?”. Ecco come ha fatto Seth. L’anno successivo ( 2012 ) lo stesso libro contenente le stesse identiche parole ma con copertina rigida e dal costo di 40$, diventò un best seller mondiale.
Consideriamo anche il valore dei 4.000.000 di download che hanno permesso a Seth di avere 4.000.000 di indirizzi mail.

Il marketing nello spazio temporale di una vendita viene prima della stessa.

Il marketing prepara il terreno alla vendita con lo scopo di farla accadere in modo naturale.

E’ improbabile vendere solo con una sponsorizzata di Facebook od Instagram o solo per avere messo on-line un e-commerce. ( quest’ultimo caso poi è  improponibile).

Il marketing dal titolare o imprenditore spesso viene percepito come:

  • Inutile
  • Troppo faticoso
  • Troppo costoso
  • Troppo lungo
  • Lontano dalla vendita

Ecco perché il 99% delle aziende ( di ogni ordine e grado NON fa marketing).

Quello che io considero FONDAMENTALE nel marketing è trovare un VALORE dell’azienda da far percepire al giusto pubblico.

Il Valore deve essere studiato a tavolino ma non solo; stare tra il pubblico e studiare e capire come quel pubblico si comporta su tutto l’web.

All’inizio cedi VALORE gratuitamente (vedi Seth con il suo libro ) e poi sarai comperato proprio per quel VALORE.

Nel caso dell’e-commerce che ho definito poco fa IMPROPONIBILE come semplice messa on-line e poi vendita quasi automatica (aspetto a braccia incrociate davanti al computer è profondamente sbagliata) ti dico che spot televisivi che recitano circa così:“ Incomincia a vendere da subito con il tuo sito on-line e paga tra 3 mesi”, sarebbero da proibire.

Le parole di questo spot non fanno che dare forza alla falsa idea che si è diffusa grazie al lock down che basta un e-commerce, qualche campagna Facebook ed Instagram ed un po’ di Google Ads. Non nego che occorra questo tipo di pubblicità ma dopo che avrai dato consigli di valore, dopo che ti sarai esposto con la tu mission, dopo che avrai spiegato perché esisti e dopo che avrai risposto a commenti negativi e positivi sotto ai tuoi post. Anni di duro lavoro che ti portano ad essere conosciuto dal tuo pubblico e degno di fiducia.

Riassumendo:

  1. “Il marketing fatto interrompendo le persone, non è così efficace rispetto ai costi sostenuti. Non sarete efficaci distribuendo tonnellate di messaggi di marketing non richiesti, sperando che qualcuno acquisti. Al contrario, il futuro appartiene a quegli uomini di marketing che pongono le basi per un processo in cui le persone interessate possono comprendere quando convenga a loro ciò che proponete. Quando le persone inizieranno a parlare di voi senza essere stimolate”
  2. Il marketing nello spazio temporale di una vendita viene prima della stessa
  3. Venderai dopo che avrai fatto marketing: consigli di valore, mission dichiarata, il perché esisti dichiarato ed avrai conquistato la fiducia dei tuoi potenziali clienti con anni di duro Marketing.

Se hai voglia di avere successo: Fai cose che gli altri non fanno!

 

Vuoi idee, hai idee di come far crescere la tua azienda o professione? CONFRONTIAMOCI!

 

Un saluto sorridente qualsiasi Persona, Professionista o Imprenditore tu sia!

 

 

 

 

Il Terrore del Budget Marketing nei clienti è vecchio come il Terrore dei bambini del lupo nella Favola di Cappuccetto Rosso.

Il Terrore del Budget

Il Terrore del Budget Marketing è proprio come il Terrore del Lupo: una favola.

Iniziare una Strategia Marketing dopo aver spremuto il cliente come un limone, tante le domande che gli hai fatto, conoscendo il budget del cliente è un grosso errore.

Anni fa chiedevo al cliente: che budget ha per questa operazione?

Risposte: “Non lo so, me lo dica lei quanto ci vuole” oppure “ Lo so ma non glielo dico perché lei e’ avvantaggiata”!

Ad oggi la domanda non la faccio neanche più perché sia a me che al cliente non deve interessare il budget marketing.

Ti sembra strano vero?

Ora provo a spiegarmi!

Se dobbiamo regalare un portafoglio ad una nostra amica per il suo compleanno, pensiamo prima al nostro portafoglio e cioè a quanto possiamo/vogliamo spendere.

Andiamo da Louis Vuitton, dal negozio famoso di pelletteria nel centro storico, ad una bancarella del mercato o dai cinesi?

Ecco, in base al budget scegliamo.

Errore enorme fare questo ragionamento in un budget marketing/ comunicazione.

Nel fare la Strategia di Marketing/ Comunicazione non dobbiamo pensare al budget oppure dobbiamo pensare di avere un budget senza limiti.

Sono cosciente che anche FCA non ha un budget infinito. Anche questa enorme azienda ha un budget limite ed essendo quindi un limite, non dobbiamo pensarci perché ci limita.

Il budget reale lo possiamo concretamente trovare solo dopo aver lavorato di strategia senza limite di budget. Facciamo un esempio concreto, così magari risulto più chiaro.

Ho visitato la scorsa settimana un mio cliente con idee chiare al quale ho proposto di iniziare il rapporto con una Strategia Marketing e Comunicazione che avrei dovuto studiare in base ad una miriade di variabili con allegata preventivazione step by step.

Il suo Terrore: il budget che ne sarebbe risultato in totale.

Gli ho spiegato che io e la mia squadra per lavorare bene e presentargli una strategia vincente non dovevamo avere un budget nella mente.

Perché?

Perché io & Co avremmo lavorato non per arrivare alla Strategia Migliore ma per arrivare ad una stiracchiata e stropicciata strategia per stare dentro al budget ed accontentare il cliente!

Ma questo non sarebbe stato un lavoro di Strategia eticamente ben fatto.

Infatti avremmo cercato di lavorare ad una strategia delimitata dal budget che non sarebbe stata ( al 90% ) la Strategia Migliore.

Concordi?

Scommetto che tu micro, piccolo, medio e grande imprenditore che stai leggendo vorresti sapere quale è il miglior investimento per arrivare a raggiungere gli obbiettivi che mi hai raccontato.

Io devo essere in grado di darti risposte certe, anche sul budget necessario, e tu imprenditore valuterai vantaggi/svantaggi di quell’investimento. (si tratta di investimento e non di costo infatti).

Se io ragionassi in modo classico, partendo dal budget, non sarei in grado di darti la possibilità di valutare. 

Come faccio a fare i budget realizzabili dal mio cliente?

  1. Definisco il Budget Ideale che corrisponde alla Strategia Migliore.
  2. Chiarisco con il cliente il Budget che ha a disposizione
  3. Il mio cliente è cosciente di quanta è la differenza tra Budget Ideale e Budget Reale
  4. Insieme valutiamo quali sono i primi step della Strategia da realizzare basandoci sui concetti di importanza ed urgenza.
  5. Valutiamo quali azioni devono essere fatte al meglio e su quali ci si può accontentare di un livello medio e più smart.

Difficilmente la Strategia Migliore si può iniziare mettendo a terra tutte le azioni che devono essere fatte. E’ normale e tu imprenditore non devi demoralizzarti o demotivarti. La Strategia Marketing/Comunicazione non deve mettere in difficoltà la parte finanziaria dell’azienda, anzi.

Quello che non è fattibile quest’anno, sarà fattibile il prossimo anno.

Un saluto sorridente qualsiasi Persona, Imprenditore o Professionista tu sia!

Hai una Strategia Marketing/Comunicazione da realizzare?

 

Vuoi idee, hai idee di come far crescere la tua azienda o professione? CONFRONTIAMOCI!

Marketing – Vedi le mie meches rosa? Ti piacciono ?

Sono la prova che il passaparola è il miglior marketing.

Nulla di più vero fu mai detto.

Tutti i marketer ti rispondono ( io compresa ) che è vero ma che il passaparola crea troppi pochi contatti per arrivare al fatturato che  necessita ad un’azienda o ad un negozio.

Mi hanno parlato di Luciana, una parrucchiera specializzata in colori ( sai quei colori arcobaleno o fortissimi dal viola al giallo al verde che alcune ragazze portano con disinvoltura ).

Avevo voglia di rinnovare un pochino il mio look e sono andata da Luciana. Le ho spiegato il mio desiderio di rimanere fine ma di rafforzare la mia impronta personale.

Ecco, il passaparola per Luciana ha funzionato ed io sono diventata sua cliente.

Ma a Luciana non basta questo passaparola per portare avanti il suo negozio di parrucchiera.

Quindi deve affiancare al passaparola, una strategia di marketing e comunicazione che crei attrazione, attenzione, fiducia e storie.

L’attrazione iniziale la conquisti con un bel titolo attrattivo e si trova all’inizio del trenino del marketing. Da attrazione la persona deve arrivare a darti attenzione (continua a leggere il tuo post od ad ascoltare il tuo video etc..) .

Ma non basta 1 post a settimana sul tuo blog per 1/2/3/4 settimane nel quale dai informazioni utili al tuo potenziale cliente, non basta condividerli su Face Book od su altri social per tre mesi.

Bravi i guru del marketing che ti danno validissime informazioni teoriche e pratiche di come fare marketing, forti i grandi guru che ti portano esempi di come grandi Brand hanno sviluppato strategie di marketing vincenti…ma tu non sei un brand (ancora), non ti hanno spiegato come, nella tua attività puoi attrarre, poi ottenere attenzione, poi come conquistare fiducia e come creare storie che facciano sentire fighi, importanti, attraenti i tuoi clienti ( ho usato tre aggettivi a caso ).

Ecco Luciana è come te. Ha infarinature di marketing ma mi ha chiesto: Silvia, come faccio a applicare questi concetti di marketing alla mia attività?

Luciana è’ stanca di sentire parlare di Apple, Nike, Nutella, Barilla, Amazon etc.

Bene allora dico a Luciana, come dico a te, che hai un negozio, uno studio professionale, una piccola o media impresa che anche tu puoi attrarre, ottenere attenzione, conquistare fiducia e creare una storia.

Non è solo per i grandi …è anche per i piccoli/ medi imprenditori ed essendo io in contatto con essi tutti i giorni, caspita come ti capisco nella confusione mentale che hai.

Ti svelo tre caratteristiche che tu devi per forza avere per riuscire a diventare Brand, Personal Brand e per distinguerti dalla tua concorrenza: 1 ) tenacia, 2 ) costanza 3) pazienza.

Se non hai queste 3 caratteristiche, non contattarmi perché non potrò esserti utile e butterai via dei soldi.

Se le hai contattami e potremo fare un’ottima strategia di marketing.

Un saluto sorridente qualsiasi Persona, Imprenditore o Professionista tu sia.